facebook_pixel
Wiko UFeel lite: uno smartphone per i giovani... Ma non solo!
Un dispositivo ben riuscito e che offre delle prestazioni in linea con la fascia di mercato a cui appartiene. Questo Wiko UFeel lite è secondo me un ottima scelta come primo smartphone per i giovanissimi che si avvicinano per la prima volta al mondo Android; ma anche per chi non ne vuole fare un uso intenso.
CPU6.5
RAM7
Memoria6.5
Display7.5
Fotocamera6.5
Batteria6
Pro:
  • Qualità
  • RAM
  • Dual SIM
Contro:
  • Autonomia
  • Fotocamera
  • No NFC
6.7Punteggio

Dopo il successo del Wiko Fever, Wiko torna con due nuovi dispositivi: Wiko UFeel e U Feel lite. Quello che ho provato è il secondo  telefono wiko e devo dire che non va male. La casa francese sta facendo un buon lavoro con i suoi dispositivi di buona fattura e dal prezzo concorrenziale.

Telefoni wiko recensioni

Le recensioni wiko non sono mai totalmente negative. In particolare questo UFeel lite offre molto anche se non è perfetto… Ma in fondo non sono perfetti neanche i top di gamma.

Ecco: Wiko cerca di replicare parecchie delle funzioni dei Top del mercato tenendo i prezzi bassi. A volte ci riesce, a volte meno…

Wiko UFeel lite Scheda tecnica

Dimensioni 143.5 x 71.5 x 8.5 mm
Peso  147g
CPU  Mediatek MT6735 Quad-core 1.3 GHz Cortex-A7  64 Bit
GPU Mali-T720
ROM  16 GB (espandibile con micro SD fino a 64 GB)
RAM  2 GB
Display  5″ IPS LCD 720×1280 (294 ppi)
Fotocamera  8/5 megapixel, flash LED, Selfie flash HDR, stabilizzatore digitale, smile shot, dual view, video full HD 30fps
Rete  2G (850/900/1800/1900); 3G (900/1900/2100); 4G (800/1800/2100/2600)
Connettività  Wi-Fi 802.11 b/g/n, Wi-Fi Direct, DLNA, Bluetooth 4.0 A2DP, GPS con A-GPS, microUSB v2.0, USB On-The-Go
OS  Android 6.0
Batteria  2500 mAh Li-Po

Wiko U Feel Lite recensione: design e materiali

Wiko uFeel Lite - tre quarti Buoni i materiali che al tocco sono piacevoli. La parte posteriore della cover removibile è realizzata in alluminio mentre il frame è di plastica: buono il grip.

Nella parte superiore del telefono  Wiko Ufeel troviamo il Jack da 3,5. Lato destro del telefono occupato dal tasto di blocco/sblocco e accensione/spegnimento e dal bilanciere del volume.

Nella parte inferiore troviamo solo il microfono e la micro USB, dato che l’altoparlante è posizionato posteriormente, insieme al flash ed alla fotocamera principale che sporge un po’.

Wiko uFeel Lite - connettore USB Nella parte frontale troviamo il sensore di luminosità, prossimità, led di notifica, capsula auricolare, fotocamera. Inoltre due chicche: led flash per selfie e sensore di impronte digitali.

Proprio il sensore di impronte è forse la cosa che più mi ha piacevolmente sorpreso: è preciso ed è molto comodo anche come tasto fisico grazie a delle gesture (un po’ stile Meizu) che vi illustrerò più avanti.

wiko ufeel recensione Hardware

Wiko UFeel lite ha un hardware che non stupisce e non delude.

Il processore è un Mediatek MT6735 Quad-core con clock a 1.3 GHz accompagnato da una GPU MALI-T720, 2 GB di RAM e 16 GB di ROM (espandibile con microSD fino a 64 GB).

Il telefono gira bene nell’uso quotidiano ma quando è sotto sforzo mostra delle incertezze. Andando a scaricare le applicazioni durante la prima configurazione ha scaldato parecchio e ha mostrato dei piccoli impuntamenti.

Wiko uFeel Lite - aperto con dettaglio Dual SIM Applicazioni come Chrome, Google+ e Facebook sia all’apertura che durante l’utilizzo non hanno problemi. Il SoC di questo smartphone è stato progettato da Mediatek per dispositivi di fascia medio bassa per cui aspettatevi tempi di caricamento lunghi all’apertura di app e giochi pesanti.

Personalmente ho effettuato delle prove con “Real Racing 3” e “Godfire: Rise of Prometheus”. Entrambi hanno impiegato molto ad avviarsi ed inoltre, con Godfire, il telefono ha anche perso qualche frame. Tutto questo non ha comunque compromesso la giocabilità.

Lo spazio di archiviazione di questo WIKO UFeel lite ammonta a 16 GB (espandibile con microSD fino a 64 GB). La RAM a bordo è di 2 GB… Niente male per questa fascia di prezzo!

Display wiko opinioni

Il display è un 5″ IPS LCD con risoluzione HD e densità di 294 ppi.

Wiko uFeel Lite - tre quarti con schermo acceso La resa dei colori è buona anche se, ad angolazioni un po’ estreme, questi subiscono delle alterazioni (presente Miravision).

Buona la visibilità sotto la luce del sole.

Purtroppo il display non è molto reattivo e questo mi ha creato qualche problemino durante la scrittura e l’utilizzo generale. Andando comunque a “tappare” con un po’ più di forza i tocchi vengono presi bene.

La barra di navigazione può essere rimossa a favore del tasto centrale che, oltre ad essere un precisissimo sensore di impronte digitali, potrà essere utilizzato per: tornare indietro se sfiorato, tornare alla home se premuto, aprire il multi-tasking con una pressione prolungata e bloccare il telefono con un doppio click.

Sono presenti delle gesture per:

  • aprire le notifiche (swipe in basso)
  • le impostazioni del launcher Wiko (swipe in alto)
  • effettuare uno screenshot (swipe in basso con 3 dita) e riattivare lo schermo (doppio tap).

Potremo anche andare ad inserirne di personalizzate per lanciare rapidamente delle applicazioni.

Bene anche il sensore di luminosità.

Wiko Ufeel lite Fotocamera

La fotocamera principale è di 8 megapixel e gli scatti effettuati di giorno sono buoni mentre gli scatti con poca luce perdono di qualità.

Per gli amanti dei selfie, il telefono wiko mette a disposizione una fotocamera frontale da 5 megapixel che cattura delle belle immagini e con la quale sarà possibile fasi foto anche in condizioni di scarsa luminosità grazie al flash LED frontale.

Dal punto di vista software questo smartphone è adatto a chi non pretende di utilizzarlo come fosse una macchina fotografica professionale, andando a modificare parametri come ISO ed esposizione (non che queste funzioni siano assenti).

Dico questo perché tutto sommato non la trovo una fotocamera adatta a questo tipo di utilizzo ma piuttosto, grazie alle diverse modalità predefinite, a chi vuole effettuare scatti da poter condividere con amici e parenti sui vari social network.

Per quanto riguarda i video è possibile l’acquisizione fino ad una risoluzione full HD a 30 fps la cui qualità rimane in linea con quella delle foto.

Wiko Ufeel lite Batteria

Il telefono si alimenta grazie ad una batteria da 2500 mAh non removibile. La ricarica tramite il caricabatterie fornito viene completata in circa 2 ore e 30.

Quando ho stressato molto il dispositivo (WiFi, Mi Band sempre connessa, dati mobili sempre attivi, geolocalizzazione, social network, gaming ecc.) ho concluso la giornata con uno striminzito 5-10%. Con un uso nella media sono arrivato a sera senza problemi con circa il 20-30%.

Sono presenti delle utili funzioni di risparmio energetico come “Risparmio batteria” che, se attivato, entrerà in funzione al raggiungimento di una percentuale residua pari al 5 o 15% (potrete scegliere voi). Il “Risparmio Batteria” andrà a ridurre le prestazioni, la vibrazione, i servizi di localizzazione, la sincronizzazione e la maggior parte dei dati in background.

Connettività e Sistema Operativo

Questo Wiko UFeel lite è un dual SIM con la possibilità di utilizzare il 4G su entrambe le SIM.

Buona la ricezione così come la qualità delle chiamate in capsula… meno soddisfacente quelle in viva voce.

Assente l’NFC, ma il resto del comparto connettività non è male. L’unico appunto da fare riguarda il WiFi che non è dual band e la cui ricezione mi è sembrata un po’ sottotono rispetto ad altri dispositivi.

Il GPS con A-GPS funziona bene ed anche il bluetooth non mi ha mai dato problemi nell’accoppiamento e nella sincronizzazione dei dati con la mia Mi Band. Presente l’OTG e il DLNA.

Android Marshmallow su questo smartphone è pressoché stock, a parte il launcher ed alcune funzioni inserite da Wiko per poter utilizzare al meglio il sensore di impronte digitali.

Oltre le gesture che abbiamo visto prima, è possibile scegliere quali applicazioni richiedano la scansione dell’impronta per poter essere avviate. È anche possibile associare a ogni singola impronta l’avvio di un’applicazione o la chiamata rapida di un contatto.

Comodissimo!

Wiko u feel lite recensione: opinioni e impressioni d’uso

Come va il wiko ufeel lite?

Un dispositivo ben riuscito e che offre delle prestazioni in linea con la fascia di mercato a cui appartiene.

Questo Wiko UFeel lite è secondo me un ottima scelta come primo smartphone per i giovanissimi che si avvicinano per la prima volta al mondo Android; ma anche per chi non ne vuole fare un uso intenso.

Wiko u feel Lite: perché?

Perché non costa molto ed offre buone prestazioni.

Wiko ufeel Lite prezzo: dove acquistarlo?

Dove è possibile trovare questo Wiko ufeel Lite? Pressoché quasi ovunque: negozi tradizionali, catene commerciali e su internet. La distribuzione e l’assistenza Wiko sono oramai davvero capillari.

Ripetiamo che si trovano due versioni distinte in commercio:

  1. Wiko ufeel (Clicca qui )
  2. Wiko ufeel Lite (Clicca qui )

Su Amazon questi i prezzi praticati con il Prime, che prevede la consegna gratuita in un giorno o due, al massimo:

Wiko WI.UFELITEBL Smartphone da 16GB, Dual SIM, Blu
Listino:EUR 179,99
Prezzo:EUR 159,99
Risparmio:EUR 20,00

Galleria Immagini

Post correlati

Rispondi